Home Page
COMITATO NAZIONALE PER IL
IV CENTENARIO DELLA FONDAZIONE DELLA
ACCADEMIA DEI LINCEI
HOME
PROTAGONISTI
INIZIATIVE CRONOLOGIA LUOGHI
        1926 1929 1930 1933 1937 1938 1943 1944
                         
1942 Fondo Antonio Feltrinelli   Approfondimenti


19381943
 

Nel 1942 l'Accademia d'Italia viene a disporre di un fondo inalienabile e perpetuo devoluto per volontà testamentale di Antonio Feltrinelli.
Antonio Feltrinelli nasce a Milano il 1° giugno 1887 da Giovanni Feltrinelli, nipote di Giacomo, fondatore della Società Collettiva Feltrinelli da cui sarebbe in seguito sorta la società per azioni Fratelli Feltrinelli, con le varie società collegate.
Figura di notevole rilievo nel campo economico e finanziario italiano, Antonio Feltrinelli assume la direzione degli affari del gruppo familiare nel 1935, affiancando alla Società Fratelli Feltrinelli due nuove Società industriali, la Masonite Feltrinelli e l'Alecta, oltre alla Banca Unione.

Quando, dopo la morte dei fratelli, rimane solo, decide di disporre della sua fortuna personale per fondare una grande istituzione culturale italiana "sul tipo della Fondazione Nobel ". Pertanto, nel testamento del 15 marzo 1936 (pubblicato nel 1942), istituisce erede universale l'Accademia d'Italia e dispone che venga costituito un fondo inalienabile e perpetuo destinato a: "premiare il lavoro, lo studio, l'intelligenza, quegli uomini insomma che maggiormente si distinguono in alte opere, nelle arti, nelle scienze, poiché essi sono i veri benefattori del proprio paese e dell'umanità ".

L'eredità di Antonio Feltrinelli, trasferita per legge all'Accademia Nazionale dei Lincei, dopo l'avvenuta soppressione dell'Accademia d'Italia, è stata costituita in ente morale con Decreto del Presidente della Repubblica 20 ottobre 1949 con la denominazione "Fondazione Antonio Feltrinelli".
Attualmente il "Fondo Antonio Feltrinelli" è un patrimonio autonomo e inalienabile, gestito dall'Accademia Nazionale dei Lincei al fine di conferire premi nazionali e internazionali a persone che si siano rese illustri nelle scienze e nelle arti.

I premi vengono avvicendati annualmente con il seguente ordine:

- 1° Scienze morali e storiche;
- 2° Scienze fisiche, matematiche e naturali,
- 3° Lettere;
- 4° Arti;
- 5° Medicina.

Inoltre viene conferito periodicamente un premio per un'impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario.

Attualmente, i premi riservati a cittadini italiani ammontano a 65000 Euro, mentre il Premio Internazionale e quello destinato all'impresa eccezionale ammontano a 250000 Euro.

Un anno prima di poter disporre del fondo Feltrinelli, in occasione dell'adunanza solenne della Reale Accademia d'Italia del 21 aprile 1941, vengono conferiti numerosi premi a meritevoli nelle classi delle Arti, delle Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali e delle Lettere. Per quest'ultima, riceve un premio di lire cinquemila Dino Buzzati con la seguente motivazione:

Nel romanzo e favola e poema, Il Deserto dei Tartari, DINO BUZZATI, presenta uomini e cose con una lucente precisione di realtà trasfigurata a mito. E' la rappresentazione esaltata e crudele del sentimento del dovere, e della sua potenza sulla anime umane: dovere generico e quasi inafferrabile; un imperativo che, tanto più attraente quanto è più misterioso, inebria e divora le vite degli uomni e trasforma in luce la loro memoria .



 
Cronologia
1926 Fondazione della Reale Accademia d'Italia
Cronologia
1929 Iinagurazione della Reale Accademia d'Italia

Cronologia
Conferimento dei primi Premi feltrinelli

CONTATTI MAPPA RICERCA RICERCA LUOGHI ENGLISH
© Copyright 2002-2004 - ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI